• Mindfulness

    La parola Mindfulness è uno stato mentale che ha a che fare con particolari qualità dell'attenzione e della consapevolezza che possono essere coltivate e sviluppate attraverso la meditazione. È una consapevolezza che emerge attraverso il prestare attenzione allo svolgersi dell'esperienza momento per momento con intenzione nel presente e in modo non giudicante. Si accede alla modalità cognitiva "disidentification" nella quale, invece che semplicemente "diventare" le proprie emozioni o identificarsi personalmente con le emozioni e i pensieri negativi, i pazienti si mettono in relazione con queste esperienze, come semplici eventi mentali che accadono nel campo della consapevolezza. Queste esperienze avranno conseguenze cognitive, emozionali e comportamentali diverse che non quando vengono vissute interpretate come "la realtà". E' un vedere in profondità la natura della mente. Il programma M.B.S.R di Kabat-Zinn può essere applicato a varie patologie quali:

    • psoriasi,
    • fibromialgia,
    • sindrome da dolore cronico,
    • disturbi d'ansia generalizzati,
    • disturbi da attacchi di panico,
    • disturbi alimentari (binge-eating).

    La Dialective Behavior Therapy (D.B.T) è un protocollo per i disturbi borderline di personalità. Ci sono diversi protocolli per ogni patologia, negli ultimi anni è diventato un fenomeno di moda creando diversi effetti collaterali: interpretazioni semplicistiche, fraintendimenti, utilizzo spurio e applicazioni azzardate.

    La Mindfulness

    La Mindfulness è la coscienza intensificata. Si allarga la consapevolezza di percepire il tacito. L'aumento della capacità di prestare attenzione al proprio corpo ci da una posizione vantaggiosa per osservare pensieri ed emozioni. Una maggiore consapevolezza dei segnali corporei emozionali permette via, via una maggiore discriminazione e comprensione dei propri stati motivi ed è essenziale per la loro regolazione. Le applicazioni cliniche sono ampie:

     

    • ansia
    • disturbo ossessivo-compulsivo
    • depressione
    • disturbi alimentari
    • sport professionistico
    • disagio sociale.

     

    È una modalità di consapevolezza che ha due caratteristiche:

     

    • l'autoregolazione dell'attenzione, che è mantenuta sull'esperienza immediata e perciò favorisce un maggior riconoscimento degli eventi mentali nel momento presente.
    • adottare un particolare orientamento contro la propria esperienza nel momento presente. Un orientamento caratterizzato da curiosità, apertura e accettazione.

     

    Nel disturbo d'ansia generalizzato la Mindfulness ha lo scopo di spezzare lo stile ripetitivo del pensiero disfunzionale, ad esempio: "non ci riesco!", "Va male!", "Non ce la faccio!".

    La Mindfulness sembra in grado di agire cambiando in primo luogo non i contenuti della mente ma la nostra relazione con essi, la forza coercitiva di certi contenuti cognitivo-affettivi, viene progressivamente meno, si dissolve.

    In modo consapevole mi disidentifico dai miei pensieri-emozioni. Nei disturbi d'ansia e di depressione c'è un pensiero ripetitivo e nei programmi della Mindfulness, si agisce su questo aspetto della ripetitività automatica del pensiero.

    Che cos'è la Mindfulness e a cosa serve

    La Mindfulness ci aiuta a essere presenti e non giudicanti contro le nostre reazioni interiori e le proprie attrazioni e avversioni. Questo modello terapeutico e utilizzabile per un'ampia serie di disturbi affettivi. Si cerca di diventare più intimi con la propria esperienza attraverso l'esercizio sistematico di auto osservazione, con una sospensione intenzionale dell'impulso, a definire, valutare e giudicare l'esperienza. Offre in tal modo molteplici opportunità di superare il ricorso automatico a reazioni emozionali o a pensieri. Ha enormi potenzialità nell'aiutare coloro che soffrono di problemi emozionali, perché il campo a cui possiamo portare intenzionalmente la nostra consapevolezza è molto vasto verso l'interno: (sensazioni-percezioni, impulsi, emozioni, pensieri) e il processo stesso del pensare contro l'esterno: (parole-azioni-relazioni.)

Psicologa Torino Dott.ssa Silvia Parisi

Dott.ssa Silvia Parisi
Psicoterapeuta, sessuologa, psicologa a Torino



Compila il form per fissare un appuntamento

Sentiti libero di contattarmi, sia per affrontare un disturbo, che per iniziare un percorso di crescita personale: avere maggiore fiducia in te stesso, essere una persona migliore, scoprire una forza interiore che pensavi di non avere.

  • Studio di Torino
    Via Berruti e Ferrero, 10
    10135, Torino - Italia
  • Tel. 011/19701730
    Cell. 349/3596398