• Disturbi Sessuali

    Le disfunzioni sessuali maschili sono:

    • eiaculazione precoce
    • eiaculazione ritardata
    • impotenza

    l'eiaculazione precoce e la più comune delle disfunzioni sessuali. La precocità è una condizione per cui l'uomo è incapace di esercitare un controllo volontario sul suo riflesso eiaculatorio. Nell 'eiaculazione ritardata, l'uomo non sarà in grado di eiaculare nonostante l'urgente desiderio della scarica orgasmica, nell'impotenza, l'uomo impotente non riesce ad ottenere un'erezione del pene.

    Le disfunzioni sessuali femminili sono:

    • disfunzione sessuale femminile
    • disfunzione orgasmica
    • vaginismo

    nella disfunzione sessuale femminile c'è una carenza di sensazioni erotiche, la vagina non si lubrifica, nella disfunzione orgasmica, le donne hanno abbondante lubrificazione ma la difficoltà è nel raggiungere l'orgasmo, per quanto riguarda il vaginismo la vagina si serra quando il pene prova ad entrare.

    La Disforia di Genere

    La disforia di genere rappresenta le condizione in cui c'è discordanza, parziale o completa, tra il sesso di nascita assegnato in base ai genitali esterni, da un lato, e il genere codificato dal cervello, dall'altro.

    Nel DSM-5 il disordine è stato rinominato "disforia di genere", per diminuire lo spirito ma connesso tale condizione per sottolineare che la non conformità di genere non è un disturbo di per sé, ma la presenza di un d stress elevato connesso tale condizione a renderla di interesse clinico. Vengono distinti quattro sottotipi:

    •  Disforia di Genere dei bambini,
    •  Disforia di Genere negli adolescenti e negli adulti,
    •  Disforia di Genere altrimenti specificata
    •  Disforia di Genere non altrimenti specificata.

    La condizione associata con distress clinicamente significativo o compromissione dell'area sociale, scolastico importanti aree del funzionamento e può essere associata con un disturbo dello sviluppo sessuale. Nei bambini l'anomalia si manifesta con uno dei seguenti sintomi: nei maschi, affermazione che il proprio peno i testicoli li disgustano, o che scompariranno, o affermazione che sarebbe meglio non avere il pene; nelle femmine, rifiuto di urinare in posizione seduta, affermazione di avere o che crescerà loro il pene. Nella adolescente negli adulti, l'anomalia si manifesta con sintomi quale preoccupazione di sbarazzarsi delle proprie caratteristiche sessuali primari o secondari (per esempio richiesta di ormoni, interventi chirurgici, o altre procedure per alterare fisicamente le proprie caratteristiche sessuali, in modo da assumere l'aspetto di un membro del sesso opposto) o convinzione di essere nati del sesso sbagliato.

Psicologa Torino Dott.ssa Silvia Parisi

Dott.ssa Silvia Parisi
Psicoterapeuta, sessuologa, psicologa a Torino



Compila il form per fissare un appuntamento

Sentiti libero di contattarmi, sia per affrontare un disturbo, che per iniziare un percorso di crescita personale: avere maggiore fiducia in te stesso, essere una persona migliore, scoprire una forza interiore che pensavi di non avere.

  • Studio di Torino
    Via Berruti e Ferrero, 10
    10135, Torino - Italia
  • Tel. 011/19701730
    Cell. 349/3596398