• Dipendenze

    Nelle dipendenze non possiamo vivere senza quell'attività. Magari vorremmo poterci staccare ma siamo consapevoli di non potercela fare. Una dipendenza nasce con la sensazione di sentirsi autonomi è pienamente in grado di gestire coscientemente quel comportamento deviante e non come avviene nella realtà, una vera e propria prigione per l'individuo. Spesso i familiari si trovano a spronare coloro che non riescono a smettere con le sigarette, con l'alcool, con i farmaci, con Internet e si arrabbiano perché sembra impossibile dare una spiegazione a quei comportamenti inutili. Ad esempio acquistare delle scarpe o degli abiti ci pare del tutto innocuo, non incide nella salute, non intacca il fisico nelle prestazioni della persona: per tutti questi motivi riconoscerne un elemento patologico è estremamente complesso, spesso facendosi scivolare in un giudizio che rimanda ad una dimensione di frivolezza. Ad esempio la dipendenza da Internet non è solo la fruizione maniacale di pornografia o gioco d'azzardo on-line ma si utilizza la rete per comunicare e svolgere azioni in modo smisurato e incontrollato.

    La dipendenza affettiva e da gioco d'azzardo

    Nelle dipendenze si può essere dipendenti da altre persone (dipendenza affettiva), così tanto da temere il giudizio o vogliamo la vicinanza dell'altro, un partner, un amico, un genitore, un collega, al punto da esserne influenzati in tutte le nostre scelte, oppure subire pesanti variazioni d'umore a seconda di quanto riusciamo a percepire vicina quella persona per noi così importante. Non accettiamo che l'altro possa essere una persona autonoma che non possiamo controllare e che può anche farci del male con i suoi comportamenti, temiamo l'abbandono.

    Se siamo dipendenti dal gioco d'azzardo, perderemo importanti funzionalità sociali, rovineremo i rapporti con i familiari e amici, metteremo in crisi il nostro posto di lavoro e abbandoneremo qualsiasi altro interesse che non riguardi il gioco. Perché diventa così patologico? Succede in particolar modo a persone che hanno avuto problemi d'ansia. Il gioco ripetitivo e  alienante consente di placare momentaneamente l'agitazione o il malessere al punto da diventare una vera e propria medicina, della quale non si riesce a farne a meno.

    Approfondimento sulle dipendenze e la loro cura

    Le dipendenze

     

    Accanto alle classiche dipendenze da droghe, alcool e fumo, negli ultimi anni sono proliferate le dipendenze da attività legali. Intendiamo con il termine New Addictions - Nuove Dipendenze tutte quelle nuove forme di dipendenza in cui non è implicato l’intervento di alcuna sostanza chimica.L’oggetto della dipendenza è in questo caso un comportamento o un’attività lecita e socialmente accettata.

    Volendo fare un esempio di quelle che sono le Nuove Dipendenze possiamo citare il gioco d’azzardo patologico, lo shopping compulsivo, la dipendenza affettiva, la dipendenza da lavoro,sport addiction e la dipendenza da Internet.

    La dipendenza da Internet (Internet Addiction Disorder IAD), è, un disturbo nel controllo degli impulsi che non implica l’assunzione di una sostanza.

    L'abuso della rete comporta disagio nelle seguenti aree:

    - Ambito relazionale e familiare: Diminuisce il tempo disponibile da dedicare alle persone significative e alla famiglia

    - Ambito lavorativo e scolastico: L’eccessivo coinvolgimento nelle attività di rete distoglie l’attenzione dal lavoro e dalla scuola

    - Ambito finanziario: Nei casi in cui il soggetto partecipa ad aste, commercio on line e gioco d’azzardo virtuale. Comunque i problemi economici possono anche scaturire dai costi dei collegamenti, che in alcuni casi raggiungono la durata delle 50 ore settimanali.

    - Ambito della salute: La dipendenza da Internet provoca numerosi problemi fisici che possono insorgere stando a lungo seduti davanti al computer (disturbi del sonno, irregolarità dei pasti, scarsa cura del corpo, mal di schiena, stanchezza degli occhi, mal di testa, sindrome del tunnel carpale)

    - Dipendenza cybersessuale (o da sesso virtuale): Gli individui che ne soffrono sono di solito dediti allo scaricamento, all'utilizzo e al commercio di materiale pornografico online, o sono coinvolti in chat-room per soli adulti

    - Dipendenza cyber-relazionale (o dalle relazioni virtuali): Gli individui che ne sono affetti diventano troppo coinvolti in relazioni online o possono intraprendere un adulterio virtuale. Gli amici online diventano rapidamente più importanti per l'individuo, spesso a scapito dei rapporti nella realtà con la famiglia e gli amici reali. In molti casi questo conduce all'instabilità coniugale o della famiglia

    - Net Gaming: La dipendenza dai giochi in rete comprende una vasta categoria di comportamenti, compreso il gioco d'azzardo patologico, i videogame, lo shopping compulsivo e il commercio online compulsivo-

    Computer Addiction: Questi giochi di ruolo virtuali, sono molto coinvolgenti proprio perché consentono al soggetto di nascondere la propria vera identità e costruirsene un’altra, con la quale si presenterà agli altri giocatori.

    Nel trattamento della Dipendenza da Internet sono indicate sia la psicoterapia individuale - in particolare la psicoterapia cognitivo comportamentale -

    E’ molto importante che la persona che soffre di dipendenza da Internet venga seguita da uno psicologo- psicoterapeuta che le permetterà di comprendere l’origine del disturbo ed apprendere utili tecniche di “disintossicazione” dalla rete al fine di tornare alla vita reale. 

    Il gioco d'azzardo patologico è un disturbo del comportamento che, anche se rientra tuttora nella categoria diagnostica dei disturbi ossessivi-compulsivi ha in realtà una grande attinenza con la tossicodipendenza, tanto da rientrare nell'area delle cosiddette "dipendenze senza sostanze".

    Il giocatore patologico, infatti, mostra una crescente dipendenza nei confronti del gioco d’azzardo aumentando la frequenza delle giocate, il tempo passato a giocare, la somma spesa nel tentativo di recuperare le perdite, investendo più delle proprie possibilità economiche e trascurando i normali impegni della vita per dedicarsi al gioco.

    Gioco d’azzardo online

    Nell’era multimediale il giocatore d’azzardo cambia faccia: mentre prima era facilmente individuabile, “segregato” nei luoghi a lui deputati, ora chiunque sia in possesso di un computer, di un collegamento a internet e di una carta di credito può essere un giocatore compulsivo.

    Il gioco on-line è estremamente pericoloso proprio perché, dalla solitudine della propria casa, il giocatore non ha freni, né inibitori né di tipo pratico: ha infatti 24 ore su 24 la possibilità di accedere al gioco senza incorrere nello sguardo giudicante degli altri.

    Viene in questo modo a mancare anche la funzione socializzante del gioco, che diviene un rituale solitario e, facilmente, una compulsione. Anche qui, come nelle altre net-patologie, si crea un circolo vizioso in cui il soggetto rimane incastrato, trascurando i rapporti sociali e familiari.

     

  • Cura dipendenze, psicologa Torino
    Psicologa Torino Dott.ssa Silvia Parisi

    Dott.ssa Silvia Parisi - Torino

    Fissa un appuntamento